Offerta formativa

Linee di indirizzo
Sulla base di quanto riportato in premessa e nel rispetto del monte ore previsto dai programmi ministeriali l’attività didattica è così ripartita:

  • •lezioni tradizionali nelle singole discipline
  • •integrazioni dei curricula per ambiti disciplinari
  • •attività didattiche aggiuntive ed integrative
  • •attività didattiche trasversali

Obiettivo di chi opera all’interno dell’istituto è assicurare la qualità del servizio fornito adeguandolo alle esigenze culturali e formative degli studenti.
Le scelte progettuali approvate dal Collegio dei docenti nonché la pianificazione delle attività di recupero e formazione integrata, sono contenute nel POF; detto documento contiene anche i criteri relativi alla formazione dell’orario del personale docente.
Nella scelta dei libri di testo nonché del materiale didattico di supporto, il criterio base è la validità culturale, la rispondenza alle esigenze e l’economicità.
Nell’assegnazione dei compiti a casa, i docenti terranno conto non solo degli obiettivi fissati dai consigli di classe ma anche dei tempi di studio degli studenti.
Importanza strategica viene anche data alle attività didattiche trasversali, il professionista esterno (vedi risorse umane), viaggi, visite e uscite didattiche (adempimenti in allegato), per raggiungere il pienamente gli obiettivi scolastici.

Organizzazione dell’offerta formativa
Nell’Istituto sono previsti due indirizzi di studi per la formazione di diverse figure professionali:
•IGEA (Istituto Giuridico Economico Aziendale) dalla quarta classe alla quinta e dalla prima classe alla terza il Settore economico, indirizzo “Amministrazione, Finanza e Marketing” come previsto dall’attuale normativa di riordino delle scuola secondaria superiore;
•GEOMETRI (tradizionale) dalla quarta classe alla quinta e dalla prima classe alla terza il Settore tecnologico, indirizzo “Costruzioni, Ambiente e territorio” come previsto dall’attuale normativa di riordino delle scuola secondaria superiore;
La possibilità per gli studenti lavoratori di un corso serale RAGIONIERI e GEOMETRI formulato sulla base dei principi del PROGETTO SIRIO.

Gli obiettivi didattici si differenziano tra biennio e triennio.
Nel primo si privilegia l’aspetto formativo dello studente affidandosi a lezioni tradizionali per le singole discipline curriculari, potenziando, come la normativa impone, le tecnologie informatiche, le tecnologie e le tecniche di rappresentazione grafica, le scienze e le tecnologie applicate, le scienze integrate e i laboratori, integrando i curricoli con il corso “filosofia ed etica”; nel secondo si completano gli aspetti relativi all’autonomia nello studio e alle scelte individuali nell’ottica di una formazione tecnica.

In base alla normativa sull’autonomia scolastica il Collegio dei docenti ha riorganizzato, nella misura massima del 20% del monte ore annuale di alcune discipline, il quadro orario ministeriale inserendo materie aggiuntive e integrative (come allegato nei progetti) nel rispetto delle figure professionali dei geometri e dei ragionieri e dei nuovi settori e indirizzi.
L’orario generale delle lezioni si fonda nel rispetto dei seguenti criteri:

  • •priorità di ordine didattico;
  • •rispetto delle richieste presentate dai docenti alla Presidenza;
  • •uso razionale dei locali.

PROGETTO SIRIO – CORSO SERALE


Presentazione e finalità

Il progetto SIRIO si inserisce nel panorama dell’offerta formativa dell’Istituto con la finalità di proseguire un percorso già avviato nel 1978 di reinserimento nel sistema formativo di tutti coloro che avevano abbandonato gli studi, rimanendo privi di professionalità, o di chi intende riqualificarsi per far fronte alle mutevoli condizioni della società.
La possibilità di offrire un modello strutturato sulle reali esigenze degli studenti lavoratori con riduzione dell’orario delle lezioni settimanali a 25 ore, un biennio con area comune e aree di indirizzo specifiche al corso di studi, la valorizzazione dei crediti formativi legate alle reali esperienze lavorative, il tutoring e la possibilità di creare percorsi curricolari che tendono a valorizzare l’esperienza di vita e di lavoro di ciascun studente, consente all’Istituto, forte di una ventennale esperienza nel settore, di organizzare un corso flessibile e rispondente a tutti coloro che si pongono l’obiettivo di acquisire maggiore professionalità.

Criteri metodologici
L’azione didattica mira a:
coinvolgere gli allievi durante le lezioni rendendoli partecipi e offrendo spunti e idee più vicine alle loro esperienze
invogliare lo studio delle proposte didattiche evidenziando il valore di ciascuna attività
porre obiettivi chiari evitando la dispersione e la confusione degli argomenti trattati e che siano facilmente perseguibili
offrire percorsi personalizzati che tendano a ridurre le differenze di conoscenze , capacità e competenze tra gli allievi
offrire un monte ore (5 ore settimanali) dedicato ad itinerari formativi differenziati al fine di sanare le eventuali carenze da effettuarsi in orari precedenti le lezioni o il sabato mattina.

Valutazione
Le competenze e le abilità degli studenti sono accertate attraverso  due tipi di valutazione: formativa e sommativa considerando gli obiettivi propri del cognitivismo (insegnare ad imparare).
Tenendo conto delle particolari esigenze degli studenti lavoratori la funzione di controllo del metodo valutativo è finalizzata a stimolare l’autovalutazione al fine di produrre nello studente un metodo di apprendimento idoneo alle sue capacità.
La valutazione di crediti formativi formali e non, offre la possibilità dell’esonero della frequenza delle lezioni per quelle discipline per le quali è stato accertato il possesso di competenze certificate da titoli di studi o esperienze lavorative.
Il riconoscimento dei crediti formali è automatico mentre per quelli non formali è necessario una valutazione individuale.

Sono previste due aree di indirizzo:

  • •Settore commerciale – ragionieri
  • •Settore tecnico – geometra

La durata del corso è di 5 anni.
Il titolo di studio valido per l’ammissione al corso è la licenza media; è possibile il riconoscimento di titoli superiori alla licenza media comprovati da certificazione e previo superamento di un esame integrativo delle discipline non trattate nel precedente curriculum scolastico.

Leave a comment

Leave a Reply

Spam protection by WP Captcha-Free